December 23, 2012

Cranberry French Toast

As darkness seems to suck every single hour of my day, the sudden appearance of the sun from the cloud is somehow wounding. I noticed how light, especially sharp artificial light, has started to bother me a lot, leaving me with eyes half-closed and a hazy head. I run to turn it off and substitute it with a more gentle side lamp light, which reach its full brightness slowly, casting it inoffensively from a corner of the wide living room. I paid attention to my gestures and saw how I prefer candlelight while showering to fully recover from a stressful working day; how I like darkness when I am looking at my computer screen. I know I shouldn't consider it as normal --this desire for lack of light. It must be this time of the year, I keep repeating myself.

Today, I woke up to a gorgeous, soft, pink light coming in from the big windows of our little apartment. It is Sunday, and we have a day for ourselves. Relieved rather than annoyed by the sunlight, happy for the day in front of us, I started to slice a loaf of bread and heating the pan with some good butter. My gestures fluctuating in that pink haze, I could finally enjoy the natural light at its best --the golden hours --and with no rush.

As it often happens on days that are special to us, we like to begin them with a special meal --special because prepared with a bit more care than usual, with more time, different ingredients, perhaps more variety and slightly more abundance. Today is our first wedding anniversary, and no start of a new year together could be more perfect.

We sat at the table and enjoyed some festive french toast with a cup good coffee. Slowly. The pink glow reflected on our sleepy yet gloriously happy faces. Silence around us, only small bits of conversation, memories, moments --and so much hope for those yet to share.




Cranberry French Toast

I used fruit and nut bread here, as that's what I had in hand --also, I like its texture when fried in the pan and the fact it holds its shape better. However, any type of brioche or challah, or even panettone (to be in theme with Christmas) would work great. 

Serves 2

1 knot butter or ghee (or coconut oil) for frying

4 thick slices of bread
1 egg, lightly beaten
3/4 cup buttermilk
1 T maple syrup, plus more for serving
1 tsp cinnamon
1 tsp vanilla extract


cranberry sauce, for serving

Melt the butter in a medium-sized skillet over medium heat. In the meantime, mix egg with buttermilk, maple syrup, cinnamon and vanilla in a large bowl. Dip the slices of bread on both sides, one at a time. Squeeze them slightly to remove the excess of liquid. Transfer them into the hot skillet and fry them for  about 5 minutes per side, or until dark brown and crispy on the surface. Serve immediately with the cranberry sauce and more maple syrup, to taste.

--------------------°°°°°°°°°°----------------------
Più il buio pare assorbire ogni ora del giorno, dei miei giorni, più l'improvviso capolino del sole da dietro le nuvole sembra ferirmi. Mi accorgo sempre di più di come la luce, specialmente quella artificiale, mi dia fastidio in modo quasi insopportabile: a occhi mezzi chiusi, la vista annebbiata, mi accingo a spegnere l'interruttore della luce principale e di accendere quello della lampada da lettura vicino al divano. La sua luce fioca raggiunge il punto di piena luminosità lentamente, propagandosi timida da quell'angolo del salotto, dandomi il tempo di abituarmici, di accettarla. Mi accorgo anche di come abbia iniziato a preferire la luce delle candele: che sia mentre sciacquo via una giornata pesante con una doccia bollente, o mentre preparo la cena, o leggo qualcosa al computer, il lume di candela mi è amico e complice.  Non so se dovrei considerare tutto questo come normale. Sarà forse questo periodo dell'anno, così contraddittorio a volte. Vorrei luce, eppure non la sopporto: o forse, non sopporto quella violenta, imposta, falsa. Ho bisogno di gentilezza, quiete, in tutte le cose, ora come non mai. 

Una meravigliosa luce rosa, soffusa, mi ha accolta questa mattina non appena ho aperto gli occhi. Le grandi finestre senza tende ne erano piene, piene di questa luce gloriosa eppure così innocua. In questa domenica finalmente tutta per noi, mi sono alzata quasi cullata da questa luce, da questa promessa di un giorno senza pioggia. Le mie mani lavoravano svelte mentre pensavo a tutto questo, e ad altro: una pagnotta era stata affettata, e sul fuoco scricchiolava la padella con un velo di burro fuso. Mi muovevo avvolta da questo alone rosa d'alba, lo spirito alleggerito dalla sua presenza, da questa luce naturale così bella, e dalle ore libere di fronte a me.

Capita spesso che si dia inizio ad una giornata un po' speciale con una colazione un po' speciale, magari perché preparata con più attenzione, o più tempo, o con qualche ingrediente inusuale, o semplicemente, perché più abbondante e ricca. Oggi è il nostro primo anniversario di matrimonio, e ques'inizio di un nuovo anno non poteva essere più promettente. 

Sulla tavola troneggiavano burrosi french toasts e caffé fumante, mentre quella luce rosa stagliava i nostri profili ancora un po' assonnati eppur radiosi. Circondati di silenzio, c'era spazio solo per le nostre parole: pezzetti di ricordi ed emozioni, istanti, e speranze per quel che ancora ci attende.  




Cranberry French Toast

In questo caso ho usato una pagnotta di pasta madre con noci e frutta secca, perché era quel che avevo a disposizione, e perché mi piace l'idea che mantenga la sua consistenza senza spappolarsi, ma sta a voi decidere se preferite una burrosa brioche (o perché no, una fetta di panettone!) o del pane rustico: andranno tutti benissimo, con risultati ovviamente diversi. 

Per 2

1 noce di burro (o ghee o olio di cocco) per friggere

4 fette di pane spesse
1 uovo leggermente sbattuto
180 ml di latticello o latte intero
1 cucchiaio di sciroppo d'acero
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia


cranberry sauce, per servire
sciroppo d'acero, per servire

Sciogliete il burro in una padella antiaderente su fuoco medio. Nel frattempo, sbattete l'uovo col latticello, aggiungete sciroppo d'acero, vaniglia, e cannella. Immergete le fette di pane da entrambi i lati, una per volta, e strizzate leggermente l'eccesso di liquido. Friggetele nel burro caldo per circa cinque minuti per lato, o finché non sono belle scure e dorate. Servite subito con la salsa ai cranberries e un filo generoso di sciroppo d'acero.

SHARE:

2 comments:

  1. Tanti auguri per l'anniversario! Il tuo french toast sembra a dir poco squisito, perfetto anche per la colazione di domani! E' così natalizio! Auguri! ^_^

    ReplyDelete
  2. Happy anniversary! I'm sure it's only the first one in a log way of life waiting ahead! ;)

    ReplyDelete

Blogger Templates by pipdig