4 February 2011

Pumpkin Vanilla Jam

pumpkin jam

Questa ricetta qui fa parte di tutte quelle cose adorabili che la zucca permette di fare. Certo, appena la compro la tendenza è sempre quella di farci la vellutata, o di arrostirla in forno a mò di chips ( da quando le ho scoperte non riesco più a star senza!). Certo, anche nei sughi o nei risotti è la morte sua. Per non parlare dei tortelli, di cui ho fatto un'overdose durante il viaggio appena trascorso. 

Quest'anno, il pieno fermento multiculturale, ci ho fatto pure la torta più famosa d'America. Ma prima che la stagione finisse, era il caso di metterne via un po' per quando sarebbe iniziata la crisi di astinenza. E per me, il modo migliore resta sempre la composta.
Il motivo è semplice. La composta è versatile, non troppo dolce, perfetta a colazione, col pane e il burro (magari salato, se vi piace l'idea), coi formaggi, nell'impasto di un pane semidolce, di una brioche, nei muffins e nelle torte, perfino nelle crostate o in mezzo a due biscotti. Insomma, ci si può davvero sbizzarrire.  
Mi piaceva l'idea di abbinarla alla vaniglia come esperimento e perché l'avevo già vista in giro nei blog. Questa è la mia versione, senza pectina e con poco zucchero. Il risultato è leggermente più pastoso delle normali marmellate, rustico e simile ad una purea. Intanto me la sono gustata sul pane di segale e pasta acida direttamente dalla Svizzera. Ma non vedo l'ora di cacciarcela in ogni cosa che mi balzerà in mente.
SHARE:

2 February 2011

Cake di Patate Dolci e Nocciole

sweet potato & hazelnut cake

Rieccomi qui, alle prese con le mie sperimentazioni cakose, eheh. Perché si da il caso che lo stampo da cake sia la mia mania del momento, un po' perchè non ne ho altri a parte una teglia passe partout da clafoutis-lasagne-verdure al forno, un po' perché adoro sfornare pane, dolci o rustici che si tagliano a fette in quel modo, non so, lo trovo francamente rassicurante. E poi le combinazioni da provare sono davvero infinite e ci si può sbizzarrire con qualunque cosa si abbia nel frigo per poi giudicare, a prodotto finito, se ne valeva la pena o se era meglio scendere al panificio sotto casa. 
Questa volta sono andata di patata dolce, della varietà rossa fuori e arancio dentro, che si trova in Italia ma che io avevo comprato al mercato di Dijon e conservata in freezer fino a miglior uso. Di una parte ci avevo fatto un'insalata che ahimé ho dimenticato di fotografare e testimoniare (o forse era sera e avevamo fame e non si voleva lasciarne neache una briciola per immortalarne la bontà con la luce del giorno dopo). Vabè, non mi ricordo, comunque l'altra metà volevo usarla al più presto, aka prima di levare le tende da quel di Bra, e per qualcosa di dolce. 

Mi piaceva l'idea della combinazione con le nocciole, che avrebbero dato un gusto deciso, e ancora con la ricotta, di cui mi piace la consistenza nei dolci. Stavolta però non si sgarra, il burro c'è eccome e ci sta tutto. Per alleggerire un po', un po' di amido di frumento al posto della farina normale. Il risultato è comunque bello denso, consistente e coccoloso, profumato di frutta secca e dolce al punto giusto.

Cake di Patate Dolci e Nocciole

Ingredienti:
220 gr di farina  00
80 gr di amido di frumento
2 uova
100 gr di burro morbido
100 gr di ricotta
50 ml di latte
100 gr di patata dolce grattugiata e strizzata
120 gr di zucchero di canna
2 cucchiaini di lievito istantaneo per dolci (non vanigliato)
una manciata di nocciole tritate
1 cucchiaino di sale

Accendere il forno a 170°. Con una frusta, lavorare il burro con lo zucchero, unire la ricotta, poi un uovo alla volta. Unire la patata e il latte. Setacciare farina, frumina e lievito, quindi aggiungere il sale e  le nocciole tritate. Unire il tutto al resto degli ingredienti, mescolare bene, trasferire nello stampo da cake leggermente oliato, incidere l'impasto con un coltello nel senso della lunghezza per facilitare la formazione della meravigliosa crepa in cima. Cuocere per circa un'ora, far raffreddare fuori dal forno su una grata prima di tagliare e mangiare a tutte le ore del giorno :)


SHARE:
Blogger Templates by pipdig